• Francesca Molinari - Rebel Dog Centro Cinofilo

Il Kong

Si trova in tutti i negozi e on line (in fondo alla pagina troverete i link prodotto) ... se ne sente parlare spesso.. ma esattamente, il KONG, a cosa serve? Scopriamolo insieme in questo articolo!

Il Kong è un gioco pensato e realizzato appositamente per i cani, in caucciù naturale, atossico e caratterizzato da una forte resistenza e una durabilità prolungata nel tempo. Ricorda la forma di un alveare, al suo interno è cavo e presenta due fori alle estremità, uno più grande e uno più piccolo.


Nasce negli anni ’70 in America, per opera di un meccanico, Joe Markham, che dopo aver lanciato un pezzo di una sospensione di un autobus che stava riparando, nota come il suo cane Fritz impazzisce per questo pezzo di plastica, per il modo imprevedibile in cui rimbalza e per la gomma resistente. Da quel momento ha l’intuizione di creare un gioco per cani che avesse proprio queste caratteristiche. Si potrebbe quindi dire che il suo cagnone Fritz sia stato co-fondatore di quella che sarebbe presto diventata un’enorme azienda conosciuta in tutto il mondo!


Dagli anni ’80 l’interesse e la domanda per questo gioco sono cresciuti a livelli esponenziali fino ad arrivare ad essere ai giorni nostri il gioco per cani più diffuso al mondo. Inizialmente il Kong è stato utilizzato come fosse una palla o qualunque altro oggetto da lancio e da riporto, la sua forma irregolare lo fa infatti rimbalzare in maniera del tutto imprevedibile e stimola quindi il cane in un gioco dinamico di inseguimento, salti e presa, andando a soddisfare una serie di motivazioni nel cane: motivazione predatoria, collaborativa e cinestesica.


E’ a partire dagli anni 2000 che si fa strada l’idea di riempirlo con cibo di vario genere per stimolare nel cane l’attività leccatoria e masticatoria, che apporta una serie di benefici, tra i quali favorire una condizione di maggiore rilassatezza.



Come possiamo riempire il Kong? Le mie istruzioni per voi!


Inizialmente possiamo inserire all’interno qualche crocchetta o qualche biscotto per cani sminuzzato o dei pezzetti di wurstel, in modo che possano uscire agevolmente dal foro più grande e il cane possa raggiungerli con facilità, altrimenti rischiamo che si disinteressi già inizialmente al gioco, per la frustrazione causata dall’incapacità di arrivare al cibo.



Quando l’animale avrà acquisito sempre più confidenza con il Kong, è possibile sostituire i bocconcini piccoli con dei bocconcini più grandi (dei biscotti interi, per esempio) e passare in seguito a una ‘farcitura’ composta da una parte cremosa (come per esempio yogurt, ricotta, cibo umido, frutta frullata) e una parte solida (come biscottini o snack, pezzetti di frutta – mela, pera, banana.. - o verdura bollita – carota, zucchina.. -) mescolando gli ingredienti insieme prima di riempirlo oppure alternandone vari strati.

In quest’ultimo modo il gioco risulterà più impegnativo e quindi il cane sarà maggiormente occupato sia in termini di tempo sia di attività mentale e psicomotoria. La consumazione più prolungata nel tempo si ottiene riponendo il kong ripieno in freezer per qualche ora. Lo si può riempire al mattino, riporlo in freezer fino a metà pomeriggio e poi proporlo ai pelosi, specie nelle lunghe afose giornate estive.

Ricordate sempre di procedere per gradi, riempite il kong in maniera proporzionale alle abilità del vostro cane, non incastrate il cibo in maniera troppo difficile, altrimenti il cane andrà in frustrazione, rinuncia e resa, rischiando di ottenere l’effetto contrario, cioè il suo totale disinteresse!


A quale scopi può adempiere il Kong?


Il Kong può accompagnare il cane per tutta la vita (cambiandolo in base alla crescita, all’età e alla potenza di masticazione raggiunta): possiamo infatti proporlo ai cuccioli, per alleviare i dolori causati dalle infiammazioni alle gengive e come supporto all’ abituazione al trasportino/Kennel o all’auto, per esempio.


Possiamo proporlo a cani iperattivi, in quanto l’attività di concentrazione necessaria per estrarre il cibo andrà a canalizzare l’energia in esubero portandoli a uno stato di maggiore tranquillità ed anche a cani annoiati, specie in periodi in cui le uscite da casa sono per vari motivi limitate (e durante il recente lockdown abbiamo sperimentato sulla nostra pelle quanto l’inattività può essere deleteria!) o quando dobbiamo limitare il movimento del cane, in seguito per esempio ad interventi chirurgici. Il kong li terrà impegnati in un’attività sia mentale sia masticatoria, evitando che possano trovare interessanti le nostre ciabatte, i mobili o il telecomando e prevenendo l’insorgere di attività ‘alternative’ come l’abbaio continuo o l’escavazione compulsiva… O più semplicemente possiamo proporlo al nostro cane per stimolare la sua attività mentale e

allenare la sua capacità di problem solving, attraverso l’apprendimento di nuove abilità e competenze e la gestione della frustrazione. Il cane dovrà infatti trovare il metodo più efficace per far uscire il cibo, usando le sue risorse e le sue capacità fisiche e mentali. Se avete più cani, vedrete come ogni cane attuerà la sua strategia migliore per arrivare all’obiettivo! Arya per esempio, morde l’estremità più piccola per agevolare l’uscita del cibo dal foro più grande, mentre Ics lancia il Kong a terra facendogli fare dei piccoli balzi e consentire l’uscita del cibo!


Insomma, il kong può davvero esserci di aiuto in varie situazioni, ma non dobbiamo considerarlo come un sostituto di tutte quelle attività necessarie al cane per soddisfare i suoi bisogni etologici, come fare movimento ed esercizio fisico o condividere con il proprietario esperienze e momenti di gioco… E’ vero che il Kong è fonte di piacere e di stimoli per il cane, ma non deve essere la sola proposta che facciamo al cane e soprattutto non deve essere un sostituto del rapporto cane- proprietario!


Come scegliere il Kong più adatto al nostro cane?


In commercio esistono 4 varianti:


Si va dal Kong puppy, di gomma più morbida, adatto ai cuccioli, fino al Kong Senior, anch’esso di gomma morbida, adatto a cani anziani, passando per la versione Classic, di gomma mediamente rigida, indicata per la maggior parte dei cani adulti o cuccioli con masticazione potente. Il kong extreme è la versione più dura di tutte, adatta a cani adulti distruttivi ed energici e con forte potenza di masticazione.

Per ognuno di questi modelli esistono delle misure, che corrispondono a diversi intervalli di peso del cane: per esempio per il Classic esistono 6 misure, dalla XS alla XXL in base al peso del cane.

Quando acquistate il Kong dovete quindi considerare l’età e la taglia del vostro cane, la razza, il tipo di masticazione e la sua tendenza alla distruttività. Le prime volte sorvegliate il vostro cane e accertatevi che sia del modello corretto e sia per lui fonte di divertimento! Dopodichè lasciate che il cane si gusti il Kong in totale tranquillità, non fategli pressioni e non disturbatelo!


Un’ultima avvertenza: vi ricordate che inizialmente vi abbiamo detto che il Kong presenta 2 fori? La presenza, oltre al foro più grande, di un foro più piccolo è fondamentale affinchè non si crei l’effetto sottovuoto una volta che il cane inserisce la lingua all’interno!

Fate quindi attenzione a tutti quei giochi ad imitazione del kong, ma che non hanno il secondo foro, oppure sono in plastica più leggera o in materiali non sicuri soprattutto se ingeriti!

Ora non vi resta che andare a farcire il Kong… aprite la dispensa e il frigorifero e .. sbizzarritevi! Il vostro peloso vi ringrazierà!


Fateci sapere le vostre esperienze !!


Link Prodotti :

Kong Puppy - per cuccioli : https://amzn.to/359RkA5

Kong Classic : https://amzn.to/2Ihhbg9

Kong Extreme : https://amzn.to/38yKR3R

Kong Senior : https://amzn.to/3k6oWmv




Fonte foto : www.kongcompany.com/it/

116 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti