• Francesca Molinari - Rebel Dog Centro Cinofilo

IL VALORE DELLA PASSEGGIATA parte 1

Tra le attività basilari che consigliamo sempre, indipendentemente dalla razza, dalla taglia e dall’età del cane, c’è ovviamente la passeggiata.

Ma perché ? E soprattutto, come viverla correttamente?

La passeggiata non va considerata esclusivamente come una necessità affinchè il cane possa espletare i suoi bisogni all’esterno dello spazio domestico. La passeggiata è soprattutto una grande occasione di crescita per il binomio, ma è purtroppo molto spesso sottovalutata e di conseguenza banalizzata.

La passeggiata è la migliore occasione che il cane ha di conoscere e di entrare in contatto con tutto quello che il mondo offre in quel preciso momento di quel preciso giorno: un’infinità di informazioni, olfattive, visive, uditive e tattili arrivano ai sensi del cane, che si arricchisce così di stimoli ogni giorno nuovi che lo accrescono dal punto di vista cognitivo ed esperienziale.

Penny in passeggiata in contesto nautale
Penny

Come per noi, così anche per il cane è fondamentale poter conoscere ciò che lo circonda, poter raccogliere informazioni e lasciarne di proprie, lasciando traccia del suo passaggio, comunicando con il mondo e arricchendo la sua mente di dati che verranno poi elaborati e che resteranno nella sua memoria.



Ma non è solo il cane a poter godere dei tanti benefici della passeggiata: se anche noi viviamo la passeggiata come un arricchimento anziché come un semplice impegno giornaliero, potremmo vedere cose a cui non abbiamo mai prestato attenzione, potremmo scoprire percorsi e tragitti fino ad ora sconosciuti, potremmo ascoltare suoni che sono stati finora brusio di sottofondo.

Lasciamoci guidare dai sensi del cane per fare nostro tutto quel patrimonio di particolari che spesso ci sfuggono, presi dalla nostra routine, dai pensieri, dai programmi della giornata.

Sfruttiamo la passeggiata per vivere questo tempo in piena condivisione con il cane, lasciamoci scortare da lui alla scoperta di nuovi spazi, di nuovi suoni, di nuove tracce, di nuovi stimoli, per il corpo e per la mente.


Mostriamoci presenti e coinvolti, lasciamo il telefono in tasca e viviamo a pieno le uscite sintonizzandoci con il cane, vivendo ogni minuto con reale partecipazione e reale interesse per ciò che succede ad ogni passo insieme.

Ogni uscita non vissuta totalmente è un’occasione mancata per l’accrescimento del gruppo, per investire sulla relazione, per condividere esperienze.

Per cui d’ora in avanti l’occorrente per la passeggiata sarà: pettorina, guinzaglio, sacchettini e la voglia di guardare il mondo attraverso gli occhi del nostro cane!

Pastore svizzero in momento di relax durante una passeggiata
Lapo e i suoi legnetti

41 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti