• Francesca Molinari - Rebel Dog Centro Cinofilo

L’ agopuntura: I BENEFICI PER I NOSTRI ANIMALI

Tra tutte le discipline terapeutiche afferenti alla medicina “non convenzionale” o “alternativa”, l’agopuntura è probabilmente la più nota e la più adoperata anche nel mondo occidentale: particolarmente efficace negli esseri umani, da diversi anni viene applicata anche nell’ambito veterinario rilevando notevole efficacia per trattare vari problemi di salute negli animali come cani e gatti, animali da fattoria e volatili.

L’agopuntura considera l’aspetto fisico e l’aspetto mentale strettamente correlati fra loro ed identifica lo stato patologico sulla base delle alterazioni energetiche da esso prodotte. Il presupposto è infatti che il nostro corpo, così come quello degli animali, sia attraversato da continui flussi energetici (i cosiddetti QI) che lo mantengono in salute quando seguono il loro percorso in maniera fluida e senza intoppi. Se qualcosa ostacola il naturale percorso dei flussi energetici si creano dei blocchi e squilibri che causano malattie, dolori e problematiche di salute di vario genere. L’infissione degli aghi favorisce il ripristino del corretto flusso di energia in tutto l’organismo.

L’agopuntura quindi non cura il sintomo, ma la causa di malattia; non la singola patologia, ma l’individuo nella sua interezza.

L’agopuntura è un trattamento completamente indolore, non invasivo, ben tollerato e consiste nell’inserimento di aghi estremamente sottili nella cute dell’animale, in corrispondenza di alcuni punti strategici (chiamati agopunti) che si collegano a loro volta a gruppi di fibre nervose, agendo sul sistema nervoso, immunitario ed endocrino. Questa terapia viene impiegata per la prevenzione e cura di una seria di patologie, favorendo nell’animale una condizione di salute e benessere psico-fisico anche in caso di patologie croniche o recidivanti. Spesso viene consigliata in supporto alla medicina convenzionale e in sinergia con altre terapie appartenenti alla medicina olistica come l’omeopatia, la floriterapia, la fitoterapia e l’aromaterapia.

L’agopuntura risulta efficace non solo nelle patologie algiche, ortopediche e osteoarticolari (ernie vertebrali, displasia dell’anca e del gomito, artrite e artrosi), ma anche nelle cardiopatie, nelle patologie immunomediate, nei problemi respiratori o cardiocircolatori, nei problemi gastrointestinali (vomito, stipsi, diarrea), nei disturbi neurologici (paresi, epilessia, convulsioni, spasmi), nelle patologie della sfera riproduttiva o squilibri ormonali, nelle malattie cutanee (dermatiti), nei problemi di incontinenza urinaria e fecale e, non da ultimo, nelle problematiche comportamentali (ansia, fobia, depressione, disturbo ossessivo compulsivo).

Si può altresì ricorrere all’agopuntura non solo per fini terapeutici ma anche negli animali atleti come trattamento preventivo contro lesioni da attività motoria, per rinforzare la muscolatura e migliorare le performance, favorendo un’eccellente condizione fisica.

Nel sottoporre i nostri animali a questa medicina è bene affidarsi sempre ad un medico veterinario che sia anche esperto in agopuntura (ovvero che abbia seguito un corso di formazione specialistico triennale come previsto dalla FNOVI): il medico veterinario è l’unico soggetto legittimato a effettuare diagnosi sugli animali, così che possa attuare un intervento clinico mirato e specifico, in base al tipo e alla gravità del problema riscontrato.


Canine Acupressure Meridian Chart

57 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti