• Emanuela Bertaglia - Rebel Dog Centro Cinofilo

LO STRESS... DI CAPO-DANNO!

In questo articolo cercheremo di darvi alcuni utili consigli per affrontare quest’ultima parte dell’anno che per molti cani è un vero e proprio problema.

Sanno bene di cosa parliamo tutti quei proprietari che hanno

cani estremamente sensibili ai botti di capodanno (o ferragosto) e che ogni anno si ritrovano a fare i conti con fughe dietro al divano, sotto al letto, abbai, guaiti e ringhi accompagnati da tremori, iperventilazione e spesso tentativi incontrollabili di fuga.

Ci sono diversi metodi per cercare di rendere meno traumatico possibile questo giorno, di seguito ve ne illustreremo alcuni.

Questi consigli sono validi anche per tutti quei cani che hanno paura del temporale, tuoni, vento forte e fuochi d’artificio potendo alleviare ed attenuare il loro stato d’animo.


Consigli pratici

Per prima cosa possiamo prendere in considerazione alcuni semplici accorgimenti, tra cui evitare di lasciare il nostro amico peloso, cane o gatto che sia, a casa da solo.

paura dei botti

Già la nostra presenza riesce ad infondere un po’ di sostegno.

Evitiamo per questi eventi che il nostro animale domestico ( cane/gatto/uccellino etc etc) resti all’esterno, il rumore è davvero troppo forte e potrebbe causare fughe o, in casi estremi, colpi al cuore. L’interno della vostra casa é sicuramente il luogo più sicuro. Tenendo porte e finestre chiuse eviteremo fughe ed attenueremo il più possibile i rumori provenienti dall’esterno potendo anche tenere accesa la televisione o la radio.

Sarebbe meglio evitare di uscire dopo cena, sappiamo bene che i primi petardi vengono fatti esplodere molto prima di mezzanotte, a volte anche giorni prima. Possiamo quindi uscire con il nostro cane nel tardo pomeriggio tenendolo sempre al guinzaglio per sicurezza ed essere certi che abbia la medaglietta con numero di telefono appesa al collare o pettorina in caso di smarrimento. Spesso infatti capita che il cane si spaventi mentre siamo fuori e potrebbe strattonarci e riuscire a scappare.

Una volta tornati a casa, lasciamolo libero di scegliere dove stare (vicino a noi, sotto al letto, in bagno..) senza forzarlo o costringerlo ad uscire. Diamogli conforto e non ignoriamolo se cerca il nostro contatto e cerchiamo di trasmettergli calma e tranquillità. Il nostro stato emotivo sereno e pacato, avrà un effetto positivo sul nostro amico.

Questi accorgimenti sono fondamentali ma da soli potrebbero non essere sufficienti per chi vive in centro paese dove i botti sono talmente vicini da non poterne camuffare il rumore.

In questo caso possiamo valutare di integrare con i rimedi seguenti.


Thundershirt

Letteralmente “maglia per i tuoni”. Si tratta di una maglia elasticizzata ideata appositamente per creare pressione sul torace del cane che esercita un effetto calmante sul sistema nervoso. Va fatta indossare al cane per alcune ore nei giorni precedenti capodanno in modo che si abitui alla sensazione, ma di solito non crea particolari fastidi. Il 31 dicembre possiamo poi farla indossare già dal pomeriggio visto che molto spesso i botti iniziano molto prima di mezzanotte.


Link prodotto:

https://amzn.to/3gglCoE

https://amzn.to/2JApS6C


Floriterapia

Nel caso di crisi di ansia dei nostri amici animali provocate dal rumore di petardi o fuochi d’artificio si può ricorrere ai fiori di Bach.

I principali sono Mimulus, Rock Rose e Cerato. Mimulus e Cerato vanno dati sin dai primi giorni di dicembre aggiungendo Aspen se il quattrozampe è in costante stato di ansia o allerta. Negli ultimi 3-4 giorni è meglio sostituire Mimulus con Rock Rose.

La notte di San Silvestro la composizione va data a intervalli molto frequenti (di un’ora circa) e va accompagnata, se lo stato di agitazione è forte, dal rimedio Rescue o dalla composizione californiana Fear Less spruzzati nell’ambiente a intervalli di pochi minuti.

Gli estratti possono essere somministrati in diversi modi.

Possiamo mettere alcune gocce nell’acqua o nella pappa, su un biscotto, oppure possiamo metterle sulla cute della testa o delle zampe anteriori o addirittura nebulizzarle nell’aria.


Link prodotti:

Emergency o Rescue Remedy gocce:

Emergency Fiori Australiani

Rescue Remedy Pet - Fiori di Bach

Emergency Pets Fiori Australiani


Spray :

Fear Less


Fiori singoli :

Mimulus

Rock Rose

Cerato

Aspen


Fitoterapia

Estremamente utile può essere il biancospino con effetti rilassanti e riequilibranti del sistema nervoso. Il fico aiuta a dissipare l’ansia e il tiglio, il principe dei tranquillanti fitoterapici, con effetto blandamente sedativo.

Possiamo somministrarla sottoforma di tisana, lasciandola raffreddare e usandola come acqua da bere per il nostro cane o aggiungendone un po’ alla pappa.


Link Prodotti:

Gemmoderivato Biancospino

Gemmoderivato Tiglio

Gemmoderivato di Fico

Calma stress


Aromaterapia

Si tratta dell’utilizzo di oli essenziali da diffondere nell’ ambiente tramite appositi diffusori

naturali. L’aromaterapia ha una storia millenaria e le varie essenze riescono ad avere diversi effetti sulle emozioni di cani e persone.

L’olio essenziale calmante per eccellenza è la lavanda.

È in grado di placare l’ansia, il nervosismo e l’agitazione; aiuta inoltre ad alleviare i fastidi dovuti allo stress, e contrasta l’insonnia.

Altri olii essenziali utili, che favoriscono la calma, sono quello di bergamotto, ginepro, verbena o rosa damascena.

Di solito sconsigliamo l’applicazione di olio essenziale puro sulla cute perchè in alcuni casi possono risultare irritanti. Tuttavia possiamo metterne alcune gocce nella cuccia dove dorme, oppure nell’umidificatore del termosifone o usare diffusori ad ultrasuoni o brucia essenze.


Link Prodotti:

Olio Essenziale di Lavanda

Miscela oli rilassanti Zen

Miscela oli essenziali Rilassante


Diffusore Aromi ad ultrasuoni con Cromoterapia


Ci teniamo a precisare che tutti i metodi sopra elencati non hanno effetti miracolosi.

Il problema non sparisce da un momento all’altro, ma sicuramente cala l’intensità della risposta emotiva dell’animale.

Inoltre i tempi di recupero sono notevolmente inferiori permettendo ai nostri amici di tornare ad uno stato di equilibrio in tempi decisamente più brevi.

Raccomandiamo comunque di chiedere consiglio al vostro veterinario di fiducia per valutare insieme eventuali stati di ansia eccessiva che possono causare problemi più seri.


80 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti