Francesca Molinari

Su di me ...

Se qualcuno mi chiedesse 'da quando hai la passione della cinofilia?' probabilmente risponderei 'da sempre'. Perché l'amore sconfinato che provo per tutti gli animali e in modo particolare per i cani è stato profondamente radicato in me fin da bambina. Trovatelli e meticci, piccoli e grandi, la loro presenza è stata una costante nella mia vita. Quello che è cambiato negli anni sono state la sempre maggiore consapevolezza nelle interazioni con loro, la necessità di capire di più il loro mondo e l'impegno nel farli sentire appagati.

Nel 2010 si avvera il sogno di avere la mia prima Leonberger, Faith, che mi ha insegnato cosa fossero il coraggio, la forza, la fedeltà, la fierezza. Lei ha saputo curare i dolori che la vita ti costringe ad affrontare, ha illuminato di luce il mio cammino ed è stata la pietra sulla quale ho iniziato a costruire quello che ora è il mio presente. Arya e Ics, sempre Leonberger, stravolgono definitivamente la mia vita e la riempiono di felicità, di spensieratezza e di amore incondizionato insegnandomi ogni giorno la bellezza delle cose semplici, la gioia di vivere, la caparbietà.

Sono loro e le tante esperienze condivise, dallo scent game al problem solving, dalla ricerca al clicker training, ad avermi dato lo stimolo decisivo a dare una forma a questo percorso di conoscenza e di crescita personale, arrivando ad ottenere nel 2019 il diploma di Educatrice Cinofila CSEN, il punto di partenza per un viaggio sempre più approfondito tra i vari ambiti cinofili.

La mia passione per questa meravigliosa razza mi ha portato negli anni ad avere un ruolo attivo all’interno del Club Italiano del Leonberger, per il quale mi occupo tra le altre cose di organizzare passeggiate, trekking e momenti di aggregazione, che si rivelano essere sempre occasioni di scambio di esperienze e di sano e costruttivo confronto.

Tutti i cani, tutti i binomi e tutti i nuclei familiari sono infatti fonte di possibilità diverse dalle nostre, di percorsi diversi dai nostri, di conoscenze e storie di vita che possono fungere da stimolo e crescita per tutti. Credo fermamente che non esista un rapporto cane-uomo perfetto o standardizzato, ma ogni binomio ha una sua autenticità che va riconosciuta e rispettata, che è in continua evoluzione e di cui bisogna saper cogliere il potenziale e promuovere la capacità espressiva attraverso il percorso corretto. Numerose e variegate sono le strade che possono agevolare questo percorso di crescita e maturazione, dalla semplice passeggiata all’osservare in silenzio un paesaggio, dall’attività sportiva al gioco condiviso.

Tra le tante proposte cinofile finalizzate al rafforzamento del rapporto uomo-cane, ho focalizzato il mio interesse sulle attività di ricerca olfattiva e di attivazione mentale, perché mi permettono nello specifico di osservare e capire come i cani ragionano, si concentrano, si attivano, dando loro la possibilità di crescere, maturare e fare esperienze cognitive soddisfacenti e appaganti. Lavorare con i cani, dal dog sitting all' educazione, mi ha insegnato che farsi ascoltare ed amare da un cane è una gioia che ci dobbiamo guadagnare e meritare ogni giorno. Se ci riusciamo, avremo dei compagni di vita dall'anima più bella e pura che possa esistere.